La pietra grezza è simbolo dell’opera di Dio; è quindi sinonimo di conoscenza e di libertà. La pietra tagliata o lavorata è, invece, frutto delle mani dell’uomo, che si sostituisce all’azione creatrice di Dio e può profanarla se non è illuminato dallo spirito.

Nell’interpretazione dei sogni, le pietre, che per molti popoli non sono massa inerte, bensì possiedono un’anima, hanno un duplice ruolo nella relazione tra cielo e Terra: cadono dal cielo, come nel caso dei meteoriti (e quindi favoriscono la chiaroveggenza) e da Terra vengono accumulate a simboleggiare il desiderio di elevazione dell’uomo. Ecco dunque il significato dei cumuli di pietre presenti in alcune religioni, ma anche della pietra posta in una cavità dell’altare sul quale si celebra la Santa Messa Cristiana e la costruzione spirituale descritta nel Vangelo.

La pietra grezza è anche l’unione del maschile con il femminile (ovvero l’androgino), quindi la perfezione primordiale. Quando viene tagliata i due principi si separano: le pietre coniche ed erette rappresentano l’attributo sessuale maschile, mentre quelle cubiche e forate l’attributo sessuale femminile.

Queste sono le principali credenze popolari legate alle pietre: in alcune culture i congiunti gettano delle pietre sulla tomba di un loro parente per far uscire la sua anima; altrove i malati si sfregano una pietra sulla parte dolorante perché credono che possa assorbire il male; su un cumulo di pietre si può prestare giuramento; aggiungere una o due pietre al cumulo che si trova vicino ai luoghi sacri indica il rispetto per i Santi e un modo per propiziarsi un buon viaggio.

Un particolare tipo di pietre è rappresentato dalle pietre preziose. Esse sono considerate come il simbolo della trasformazione dall’opaco al luminoso, del passaggio dal buio alla luce spirituale, dall’imperfetto al perfetto.

Collegato al concetto di pietra, infine, la pietrificazione. Secondo diverse leggende, si resta pietrificati attraverso lo sguardo: ricordiamo Medusa che trasformava in pietra chiunque la guardasse o la moglie di Lot che fu trasformata in sale per essersi voltata a guardare la caduta di Sodoma e Gomorra. La pietrificazione è quindi la punizione per aver osato guardare ciò che non era permesso. In sogno può essere l’indicazione di sensi di colpa che derivano da una trasgressione.